Paolo Delaini e Brigit Costazza: GLI YAGHNOBI

Sulla punta di uno spillo, gli YaghnobiPaolo e Brigit, ricercatori dell'Università di Bologna, col supporto di splendide foto e di un breve documentario che ha vinto il prestigioso premio "Chatwin", raccontano la vita che affrontano gli Yaghnobi, una minoranza etnica che vive in un'inaccessibile valle del Tajikistan.

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo


Anonimo

Il saggio non pensa mai di essere arrivato


Sant'Agostino

Il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina


Robert Louis Stevenson

Non ci sono terre straniere. È il viaggiatore ad essere l’unico straniero


Ralph Waldo Emerson

Anche se giriamo il mondo in cerca di ciò che è bello, o lo portiamo già in noi, o non lo troveremo


Freya Stark

Svegliarsi completamente soli in una città straniera è una delle sensazioni più piacevoli del mondo



You are right now here: Home Stagione 2009/2010 Paolo Delaini e Brigit Costazza: GLI YAGHNOBI